Un'analisi della presenza degli oggetti nella letteratura, fra i due poli opposti dell'ekphrasis (la descrizione accurata) e della catacresi - cioè la metafora decaduta. Il sintetico excursus storico relativo al tema oggettuale comprende Omero, Platone, il Corpus Hermeticum, Porfirio, la letteratura medievale, Ildegarda di Bingen, per approdare infine alla modernità e al postomoderno. Viene presa in considerazione la funzione dell'oggetto magico nella fiaba (Propp); il ruolo degli oggetti nella letteratura dal 700 al 900; le cose e il Simbolismo poetico; la dimensione letteraria del feticcio e del feticismo (Leopold von Sacher-Masoch).

OGGETTI E FETICCI

SCOTTI, MASSIMO
2014

Abstract

Un'analisi della presenza degli oggetti nella letteratura, fra i due poli opposti dell'ekphrasis (la descrizione accurata) e della catacresi - cioè la metafora decaduta. Il sintetico excursus storico relativo al tema oggettuale comprende Omero, Platone, il Corpus Hermeticum, Porfirio, la letteratura medievale, Ildegarda di Bingen, per approdare infine alla modernità e al postomoderno. Viene presa in considerazione la funzione dell'oggetto magico nella fiaba (Propp); il ruolo degli oggetti nella letteratura dal 700 al 900; le cose e il Simbolismo poetico; la dimensione letteraria del feticcio e del feticismo (Leopold von Sacher-Masoch).
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11387/104531
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact