Fonie e cromie nella rappresentazione zenitale del territorio e della sua antropizzazione