In questo contributo affronto il tema della complessa relazione tra sessualità, identità di genere e spazi, muovendo da un interrogativo centrale: qual è il ruolo dello spazio nella costituzione della/e sessualità e, contestualmente, qual è il ruolo della/e sessualità nella costituzione degli spazi e dei luoghi sociali e comunitari? Discuto se e in che modo le sessualità possono essere spazializzate e gli spazi sessualizzati, cercando di porre in luce il ruolo che essi svolgono nella formazione e nella teorizzazione delle identità di genere, facendo riferimento agli studi più recenti di teoria queer e di geografia umani e sociali. Nella seconda parte di questo lavoro discuto due esempi narrativi che rappresentano la reciproca costituzione tra gli spazi, le comunità sociali e culturali che li abitano e la costruzione socioculturale della/e sessualità. In particolare, la mia analisi si incentra su due romanzi a firma di due autrici lesbiche inglesi contemporanee, Jeanette Winterson e Sarah Waters. Entrambe le scrittrici modellizzano nei loro romanzi una realtà narrativa dove spazi e identità queer sembrano forgiarsi reciprocamente. Oggetto della mia indagine sono due romanzi, The Passion (1987) e Tipping the Velvet (1998), ambientati rispettivamente a Venezia e a Londra, che negli universi narrativi delle due scrittici attualizzano la complessa relazione tra identità e spazi queer.

Identità queer e spazi della comunità tra teoria e fiction: i casi di Jeanette Winterson e Sarah Waters

ANTOSA, SILVIA
2014

Abstract

In questo contributo affronto il tema della complessa relazione tra sessualità, identità di genere e spazi, muovendo da un interrogativo centrale: qual è il ruolo dello spazio nella costituzione della/e sessualità e, contestualmente, qual è il ruolo della/e sessualità nella costituzione degli spazi e dei luoghi sociali e comunitari? Discuto se e in che modo le sessualità possono essere spazializzate e gli spazi sessualizzati, cercando di porre in luce il ruolo che essi svolgono nella formazione e nella teorizzazione delle identità di genere, facendo riferimento agli studi più recenti di teoria queer e di geografia umani e sociali. Nella seconda parte di questo lavoro discuto due esempi narrativi che rappresentano la reciproca costituzione tra gli spazi, le comunità sociali e culturali che li abitano e la costruzione socioculturale della/e sessualità. In particolare, la mia analisi si incentra su due romanzi a firma di due autrici lesbiche inglesi contemporanee, Jeanette Winterson e Sarah Waters. Entrambe le scrittrici modellizzano nei loro romanzi una realtà narrativa dove spazi e identità queer sembrano forgiarsi reciprocamente. Oggetto della mia indagine sono due romanzi, The Passion (1987) e Tipping the Velvet (1998), ambientati rispettivamente a Venezia e a Londra, che negli universi narrativi delle due scrittici attualizzano la complessa relazione tra identità e spazi queer.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11387/112186
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact