Le cronache di tutti i giorni ci raccontano, purtroppo, il susseguirsi di situazioni catastrofiche di varia natura, e oggi si pone sempre più attenzione anche agli aspetti psicologici del soccorso alle vittime di maxi-emergenze. Le esperienze di assistenza psicologica e sociale a seguito di maxiemergenze hanno dimostrato la loro funzione positiva per i sopravvissuti, quella di sostegno per i soccorritori, quella di supporto per un miglior funzionamento del sistema di soccorso. Diventa quindi sempre più importante, per chi si occupa di interventi psico- sociali in emergenza, avere uno schema di riferimento per il proprio operato che possa, come una mappa, guidarlo nella programmazione e nella realizzazione di azioni di supporto efficaci. Questo determina la ricerca di un metodo condiviso, innanzitutto “tra” gli operatori ma anche “con” il sistema di soccorso nel suo complesso. Il presente contributo vuole proporre un modello di riferimento, da me elaborato per l’offerta di servizi di supporto psico-sociale alle vittime di maxiemergenze: il Modello EPS (Emergenza-Primo intervento-Sostegno del recupero). Piuttosto

La pianificazione dei servizi in situazioni di maxi-emergenza: il modello EPS Emergenza-Primo intervento del recupero

IACOLINO, CALOGERO
2016

Abstract

Le cronache di tutti i giorni ci raccontano, purtroppo, il susseguirsi di situazioni catastrofiche di varia natura, e oggi si pone sempre più attenzione anche agli aspetti psicologici del soccorso alle vittime di maxi-emergenze. Le esperienze di assistenza psicologica e sociale a seguito di maxiemergenze hanno dimostrato la loro funzione positiva per i sopravvissuti, quella di sostegno per i soccorritori, quella di supporto per un miglior funzionamento del sistema di soccorso. Diventa quindi sempre più importante, per chi si occupa di interventi psico- sociali in emergenza, avere uno schema di riferimento per il proprio operato che possa, come una mappa, guidarlo nella programmazione e nella realizzazione di azioni di supporto efficaci. Questo determina la ricerca di un metodo condiviso, innanzitutto “tra” gli operatori ma anche “con” il sistema di soccorso nel suo complesso. Il presente contributo vuole proporre un modello di riferimento, da me elaborato per l’offerta di servizi di supporto psico-sociale alle vittime di maxiemergenze: il Modello EPS (Emergenza-Primo intervento-Sostegno del recupero). Piuttosto
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11387/118657
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact