Gela, Piazza Armerina, Niscemi e Licodia Eubea: il gioco dell’oca