In this paper, we are going to review once again the mosaic complex of the Triconchos hall at the Roman Villa del Casale in Piazza Armerina, mainly on a visual communication point of view, to understand the language carried by immediately discernible art forms. Many studies have already handled the mosaic figurations of this hall, tending to show how a philosophical or religious doctrine, or historical events, could justify their complex iconographies. On the contrary, our aim is not only to trace symbolic messages behind the mosaic representations, but also to underline the signs through which the images are organized, and in which way they can transmit elementary meanings, that the observer can grasp without any mediation. The research, still in progress, will consider the function of the hall that is going to be studied, and will propose some new iconographic readings which will introduce new discussion subjects on the question about functions and cultural meanings of the Triconchos mosaics.

Vogliamo affrontare una rilettura dell’apparato musivo della sala triconca della Villa del Casale dal punto di vista della comunicazione visiva, per individuare il linguaggio formale immediatamente percepibile veicolato dalle immagini. Molte ricerche hanno già avuto per oggetto le rappresentazioni musive di questo ambiente della Villa, in gran parte tese a dimostrare la presenza di una determinata dottrina filosofico-religiosa o di riferimenti alla realtà storica, che ne giustificassero le complesse iconografie. Il nostro scopo tuttavia non è solo di rintracciare messaggi simbolici dietro le raffigurazioni musive, quanto di evidenziare i segni mediante i quali si organizzano le immagini, e in quale modo riescono a trasmettere quasi automaticamente dei significati elementari, tali da poter essere colti senza alcuna mediazione dall'osservatore. L’indagine, ancora in corso, terrà conto della funzione dell’ambiente di cui si affronta lo studio, e proporrà alcune nuove letture iconografiche, soprattutto nell’abside nord, tali da introdurre nuovi argomenti di discussione nella questione sulle funzioni e il significato culturale dei mosaici del Triconco.

Una rilettura della decorazione musiva del triconco della Villa del Casale a Piazza Armerina

Paolo Barresi;
2017

Abstract

Vogliamo affrontare una rilettura dell’apparato musivo della sala triconca della Villa del Casale dal punto di vista della comunicazione visiva, per individuare il linguaggio formale immediatamente percepibile veicolato dalle immagini. Molte ricerche hanno già avuto per oggetto le rappresentazioni musive di questo ambiente della Villa, in gran parte tese a dimostrare la presenza di una determinata dottrina filosofico-religiosa o di riferimenti alla realtà storica, che ne giustificassero le complesse iconografie. Il nostro scopo tuttavia non è solo di rintracciare messaggi simbolici dietro le raffigurazioni musive, quanto di evidenziare i segni mediante i quali si organizzano le immagini, e in quale modo riescono a trasmettere quasi automaticamente dei significati elementari, tali da poter essere colti senza alcuna mediazione dall'osservatore. L’indagine, ancora in corso, terrà conto della funzione dell’ambiente di cui si affronta lo studio, e proporrà alcune nuove letture iconografiche, soprattutto nell’abside nord, tali da introdurre nuovi argomenti di discussione nella questione sulle funzioni e il significato culturale dei mosaici del Triconco.
978-88-909657-7-7
In this paper, we are going to review once again the mosaic complex of the Triconchos hall at the Roman Villa del Casale in Piazza Armerina, mainly on a visual communication point of view, to understand the language carried by immediately discernible art forms. Many studies have already handled the mosaic figurations of this hall, tending to show how a philosophical or religious doctrine, or historical events, could justify their complex iconographies. On the contrary, our aim is not only to trace symbolic messages behind the mosaic representations, but also to underline the signs through which the images are organized, and in which way they can transmit elementary meanings, that the observer can grasp without any mediation. The research, still in progress, will consider the function of the hall that is going to be studied, and will propose some new iconographic readings which will introduce new discussion subjects on the question about functions and cultural meanings of the Triconchos mosaics.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11387/128301
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact