La dimensione di cui vogliamo occuparci in questo articolo è quella della paremiologia, con particolare riguardo al capolavoro di Cervantes, El ingenioso hidalgo Don Quijote de la Mancha (1605- 1616). Lo studio delle paremie si rivela una buona pista per nuove conoscenze e sviluppi ermeneutici e nuovi piani di lettura dell’opera cervantiana: egregio modello della teoria della ricezione letteraria per i potenziali significati possibili. Nella letteratura paremiologica lo scrittore spagnolo occupa un posto di rilievo, e non solo per il numero di paremias presenti nel Don Chisciotte. Un vero e proprio repertorio di detti sentenziosi tra proverbi, aforismi, refranes, ecc.

Tras la cruz está el diablo: considerazioni sulle paremie cervantine

Messina Fajardo T.
2018

Abstract

La dimensione di cui vogliamo occuparci in questo articolo è quella della paremiologia, con particolare riguardo al capolavoro di Cervantes, El ingenioso hidalgo Don Quijote de la Mancha (1605- 1616). Lo studio delle paremie si rivela una buona pista per nuove conoscenze e sviluppi ermeneutici e nuovi piani di lettura dell’opera cervantiana: egregio modello della teoria della ricezione letteraria per i potenziali significati possibili. Nella letteratura paremiologica lo scrittore spagnolo occupa un posto di rilievo, e non solo per il numero di paremias presenti nel Don Chisciotte. Un vero e proprio repertorio di detti sentenziosi tra proverbi, aforismi, refranes, ecc.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11387/130403
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact