"Forever and a day": i giochi di parole shakespeariani come attraversamento di senso e risorsa traduttiva.