The paper introduces the theme of embodiment, or rather the consciousness we have of our body, the awareness of "having" a body and of "being" a body, distinct from other objects of nature, both animate and inanimate. Phenomenological psychology, psychoanalysis (since its inception), anthropology, have all been interested in the theme of embodiment. However, in sociology, the link between gender identity and the values of women and men regarding embodiment, is still little explored. So far studies have focused on what is being done to the body (e.g.: violation, reification, manipulation) rather than what you want your body to do. Moreover, it is not easy to investigate empirically these in-depht dimensions of personality on a large number of cases. I propose to do it by analyzing the data produced by a survey in which was used an original battery of self-anchoring scales with questions on bodily faculties, never used before. A sample of 4,000 subjects were interviewed face-to-face (a now unusual way with numerous samples in the internet age).

Lo scritto introduce il tema dell’embodiment, ovvero la coscienza che abbiamo del nostro corpo, di “avere” un corpo e di “essere” un corpo, distinto dagli altri oggetti della natura, animata e inanimata. Se ne sono interessate la psicologia fenomenologica, la psicoanalisi fin dalla sua nascita, l’antropologia. Invece in sociologia il nesso tra l’identità di genere e i valori di donne e di uomini riguardo l’embodiment è ancora poco esplorato; ci si è concentrati su cosa viene fatto al corpo (ad esempio, violato, reificato, strumentalizzato) piuttosto che su cosa si desidera che il proprio corpo faccia. Peraltro non è facile investigare empiricamente queste dimensioni profonde della personalità su un gran numero di casi: ci si propone di farlo analizzando i dati prodotti da un’indagine in cui è stata impiegata un’originale batteria di scale auto-ancoranti con domande riguardanti facoltà corporee, mai usata prima, per intervistare in presenza (modalità ormai inusuale con campioni numerosi nell’era di internet) un campione di 4.000 soggetti.

Genere e corpo. Perché donne e uomini desiderano facoltà corporee differenti

Maria Fobert Veutro
2018

Abstract

Lo scritto introduce il tema dell’embodiment, ovvero la coscienza che abbiamo del nostro corpo, di “avere” un corpo e di “essere” un corpo, distinto dagli altri oggetti della natura, animata e inanimata. Se ne sono interessate la psicologia fenomenologica, la psicoanalisi fin dalla sua nascita, l’antropologia. Invece in sociologia il nesso tra l’identità di genere e i valori di donne e di uomini riguardo l’embodiment è ancora poco esplorato; ci si è concentrati su cosa viene fatto al corpo (ad esempio, violato, reificato, strumentalizzato) piuttosto che su cosa si desidera che il proprio corpo faccia. Peraltro non è facile investigare empiricamente queste dimensioni profonde della personalità su un gran numero di casi: ci si propone di farlo analizzando i dati prodotti da un’indagine in cui è stata impiegata un’originale batteria di scale auto-ancoranti con domande riguardanti facoltà corporee, mai usata prima, per intervistare in presenza (modalità ormai inusuale con campioni numerosi nell’era di internet) un campione di 4.000 soggetti.
978-88-99565-40-4
The paper introduces the theme of embodiment, or rather the consciousness we have of our body, the awareness of "having" a body and of "being" a body, distinct from other objects of nature, both animate and inanimate. Phenomenological psychology, psychoanalysis (since its inception), anthropology, have all been interested in the theme of embodiment. However, in sociology, the link between gender identity and the values of women and men regarding embodiment, is still little explored. So far studies have focused on what is being done to the body (e.g.: violation, reification, manipulation) rather than what you want your body to do. Moreover, it is not easy to investigate empirically these in-depht dimensions of personality on a large number of cases. I propose to do it by analyzing the data produced by a survey in which was used an original battery of self-anchoring scales with questions on bodily faculties, never used before. A sample of 4,000 subjects were interviewed face-to-face (a now unusual way with numerous samples in the internet age).
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11387/136443
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact