"Io scrivo e studio per dimenticar me stesso". Le lettere giovanili di Luigi Pirandello