I giardini, come luoghi dell’immaginario ancestrale, abitano la nostra storia. Nel loro rapporto con l'architettura, essi, parafrasando Russel Page, assumono molteplici forme, ciascuna delle quali presenta caratteristiche particolari che lo scritto cerca di scandagliare.

Architettura e giardini dipinti. Il trionfo dell'immaginario attraverso analogie di strutture formali

ODDO, MAURIZIO
2007

Abstract

I giardini, come luoghi dell’immaginario ancestrale, abitano la nostra storia. Nel loro rapporto con l'architettura, essi, parafrasando Russel Page, assumono molteplici forme, ciascuna delle quali presenta caratteristiche particolari che lo scritto cerca di scandagliare.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11387/17124
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact