Durante l’alta e media età imperiale, i prodotti delle cave di marmo colorato in Asia Minore affluirono a Roma, passando per i due maggiori porti microasiatici, Efeso e Smirne, dove troviamo anche l’uso di marmo colorato, sia per elargizioni imperiali, sia per azioni evergetiche di esponenti della classe dirigente. Questa presenza di marmo colorato va collegata alla funzione dei porti delle due città come terminali delle strade del marmo colorato dalle cave imperiali, soprattutto il Docimeno, temporaneamente immagazzinato, in attesa di proseguire per Roma o usato in loco.

I porti di Efeso e Smirne come terminali della diffusione del marmo colorato asiatico in età romana imperiale

BARRESI, PAOLO
2012

Abstract

Durante l’alta e media età imperiale, i prodotti delle cave di marmo colorato in Asia Minore affluirono a Roma, passando per i due maggiori porti microasiatici, Efeso e Smirne, dove troviamo anche l’uso di marmo colorato, sia per elargizioni imperiali, sia per azioni evergetiche di esponenti della classe dirigente. Questa presenza di marmo colorato va collegata alla funzione dei porti delle due città come terminali delle strade del marmo colorato dalle cave imperiali, soprattutto il Docimeno, temporaneamente immagazzinato, in attesa di proseguire per Roma o usato in loco.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11387/5858
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact