Lo sfarzo e la dissoluzione. La parte maledetta in Senso e Il Gattopardo