Prime riflessioni sulla sentenza 20 gennaio 2004, n. 24 della Corte costituzionale