L'Unione europea dinanzi alla crisi libica del 2011: azione "umanitaria" e "neutrale" o, piuttosto, "democratica" ed "interventistica"?