Nella nostra interpretazione della psicopatia, le memorie traumatiche sono espressione di un retroterra relazionale caratterizzato da insicurezza, trascuratezza e da un mancato sostegno emotivo, a cui si possono associare, o no, esperienze di abuso sessuale o di maltrattamento fisico. La diagnosi di psicopatia considera quindi il fallimento di base delle relazioni primarie di attaccamento e il conseguente strutturarsi di un Sé debole, che avverte il bisogno di esercitare un controllo su di sé e sugli altri e di manipolare i rapporti umani.

Trauma e comportamento violento. Dissociazione e rabbia come dimensioni eziopatogenetiche dell’impulsività di origine traumatica: un modello clinico-empirico della personalità di uno psicopatico

CRAPARO, GIUSEPPE;SCHIMMENTI, ADRIANO;
2012

Abstract

Nella nostra interpretazione della psicopatia, le memorie traumatiche sono espressione di un retroterra relazionale caratterizzato da insicurezza, trascuratezza e da un mancato sostegno emotivo, a cui si possono associare, o no, esperienze di abuso sessuale o di maltrattamento fisico. La diagnosi di psicopatia considera quindi il fallimento di base delle relazioni primarie di attaccamento e il conseguente strutturarsi di un Sé debole, che avverte il bisogno di esercitare un controllo su di sé e sugli altri e di manipolare i rapporti umani.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11387/9961
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact