Attendibilità e validità discriminante di uno strumento per la valutazione dell’amabilità