Catania e le piazze della città barocca. La “rete” delle relazioni urbane