L’affido temporaneo dei minori in condizioni di disagio è un intervento particolarmente delicato, poiché la separazione dalle figure di attaccamento può elicitare dolorosi sentimenti di perdita. Sulla base di questa riflessione è stata realizzata una ricerca volta ad approfondire le rappresentazioni familiari e i vissuti emotivi dei bambini in affido presso strutture di comunità. Ad un gruppo di 30 bambini affidati temporaneamente presso comunità alloggio e ad un gruppo di controllo composto da 30 bambini provenienti da famiglia intatta sono stati somministrati gli strumenti proiettivi: Disegno Simbolico dello Spazio di Vita Familiare; Test delle Fiabe; Tavola VIII del Blacky Pictures Test. I risultati dello studio mostrano che i bambini in affido presentano un ridotto numero di figure percepite come emotivamente intime e una qualità delle relazioni familiari inferiore a quelle dei bambini in famiglia intatta. Essi evidenziano anche vissuti depressivi e maggiori comportamenti aggressivi (sia di tipo generico che diretti da sentimenti di invidia), oltre che un minore senso di possesso relativamente ad oggetti e relazioni. Lo studio mostra pertanto che i bambini affidati vivono un significativo disagio emotivo e comportamentale; come principale ricaduta operativa della ricerca, si sottolinea perciò l’utilità di una valutazione delle relazioni familiari e della qualità dell’attaccamento del bambino pregressa al collocamento in strutture affidatarie, finalizzata ad individuare i più adeguati protocolli di intervento volti al benessere del minore durante il periodo di affidamento.

Rappresentazione dei legami familiari e vissuti emotivi nei bambini in affido presso strutture di comunità: uno studio esplorativo

SCHIMMENTI, Valeria;SCHIMMENTI, ADRIANO
2010

Abstract

L’affido temporaneo dei minori in condizioni di disagio è un intervento particolarmente delicato, poiché la separazione dalle figure di attaccamento può elicitare dolorosi sentimenti di perdita. Sulla base di questa riflessione è stata realizzata una ricerca volta ad approfondire le rappresentazioni familiari e i vissuti emotivi dei bambini in affido presso strutture di comunità. Ad un gruppo di 30 bambini affidati temporaneamente presso comunità alloggio e ad un gruppo di controllo composto da 30 bambini provenienti da famiglia intatta sono stati somministrati gli strumenti proiettivi: Disegno Simbolico dello Spazio di Vita Familiare; Test delle Fiabe; Tavola VIII del Blacky Pictures Test. I risultati dello studio mostrano che i bambini in affido presentano un ridotto numero di figure percepite come emotivamente intime e una qualità delle relazioni familiari inferiore a quelle dei bambini in famiglia intatta. Essi evidenziano anche vissuti depressivi e maggiori comportamenti aggressivi (sia di tipo generico che diretti da sentimenti di invidia), oltre che un minore senso di possesso relativamente ad oggetti e relazioni. Lo studio mostra pertanto che i bambini affidati vivono un significativo disagio emotivo e comportamentale; come principale ricaduta operativa della ricerca, si sottolinea perciò l’utilità di una valutazione delle relazioni familiari e della qualità dell’attaccamento del bambino pregressa al collocamento in strutture affidatarie, finalizzata ad individuare i più adeguati protocolli di intervento volti al benessere del minore durante il periodo di affidamento.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11387/10619
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact