La transizione dal virtuale al reale mediata dall’impulsività