I benefici derivanti dalla pratica dell'esercizio fisico sono stati ampiamente documentati. Tuttavia, l’eccessivo ricorso alla attività fisica può condurre alla messa in atto di pattern compulsivi di allenamento che possono evolversi in una vera e propria patologia: l' exercise addiction. Studi recenti suggeriscono l'espansione di due fenomeni: il doping amatoriale e l'abuso di integratori per lo sport. Sono stati somministrati 686 test. I partecipanti allo studio sono stati scelti tra studenti di scuola media superiore, studenti universitari e frequentatori di ambienti sportivi. Il 42,5% degli intervistati dichiara di assumere sostanze per migliorare le prestazioni sportive e quindi di doparsi. Il 30,23% assume integratori. Una percentuale compresa tra il 35 e l'88,35 % dichiara di non conoscere le sostanze proposte.Il 15,8% dei rispondenti è a “rischio” di exercise addiction, il 71,7% è classificato come “sintomatico”. E' stata infine indagata quale possibile correlazione potesse esserci tra le variabili in esame. La statistica test X2 evidenzia che non vi è alcuna associazione , in altre parole non sembra esserci relazione tra il rischio di dipendenza dall' esercizio fisico e l'assunzione di sostanze. L'analisi dei dati raccolti suggerisce invece che vi sia un'espansione del fenomeno del doping in ambiente amatoriale e che vi sia una scriteriata e incongrua assunzione di integratori per lo sport. La presente ricerca suggerisce che occorre compiere interventi immediati sia a livello di informazione che di prevenzione , in cui al farmacista sia affidato un ruolo di primo piano.

Rilevazione statistica della diffusione e della conoscenza di sostanze dopanti, integratori e dell'Exercise addiction

AIELLO, FABIO;
2014

Abstract

I benefici derivanti dalla pratica dell'esercizio fisico sono stati ampiamente documentati. Tuttavia, l’eccessivo ricorso alla attività fisica può condurre alla messa in atto di pattern compulsivi di allenamento che possono evolversi in una vera e propria patologia: l' exercise addiction. Studi recenti suggeriscono l'espansione di due fenomeni: il doping amatoriale e l'abuso di integratori per lo sport. Sono stati somministrati 686 test. I partecipanti allo studio sono stati scelti tra studenti di scuola media superiore, studenti universitari e frequentatori di ambienti sportivi. Il 42,5% degli intervistati dichiara di assumere sostanze per migliorare le prestazioni sportive e quindi di doparsi. Il 30,23% assume integratori. Una percentuale compresa tra il 35 e l'88,35 % dichiara di non conoscere le sostanze proposte.Il 15,8% dei rispondenti è a “rischio” di exercise addiction, il 71,7% è classificato come “sintomatico”. E' stata infine indagata quale possibile correlazione potesse esserci tra le variabili in esame. La statistica test X2 evidenzia che non vi è alcuna associazione , in altre parole non sembra esserci relazione tra il rischio di dipendenza dall' esercizio fisico e l'assunzione di sostanze. L'analisi dei dati raccolti suggerisce invece che vi sia un'espansione del fenomeno del doping in ambiente amatoriale e che vi sia una scriteriata e incongrua assunzione di integratori per lo sport. La presente ricerca suggerisce che occorre compiere interventi immediati sia a livello di informazione che di prevenzione , in cui al farmacista sia affidato un ruolo di primo piano.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11387/111462
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact