Una recente sentenza del Consiglio di Stato è intervenuta sulla dibattuta questione della trascrizione dei matrimoni tra omossessuali celebrati all'estero nei registri dello stato civile. Tale sentenza, in particolare, è lo spunto per riflettere sui profili afferenti i rapporti tra poteri pubblici dello Stato e, segnatamente, il rapporto gerarchico tra poteri all'interno dell'ordinamento amministrativo.

A chi spetta "l'ultima parola" sulla illegittima trascrizione dei matrimoni tra omosessuali celebrati all'estero?

GARGANO, GIACOMO
2016

Abstract

Una recente sentenza del Consiglio di Stato è intervenuta sulla dibattuta questione della trascrizione dei matrimoni tra omossessuali celebrati all'estero nei registri dello stato civile. Tale sentenza, in particolare, è lo spunto per riflettere sui profili afferenti i rapporti tra poteri pubblici dello Stato e, segnatamente, il rapporto gerarchico tra poteri all'interno dell'ordinamento amministrativo.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11387/115019
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact