La monografia è frutto di un’opera di rielaborazione della tesi di Laurea Magistrale in Giurisprudenza dell’Autore. L’Autore, dopo la disamina dell’origine storica e della disciplina giuridica del mandato d’arresto europeo (c.d. MAE), introdotto dalla decisione quadro 2002/584/GAI, con particolare riferimento alla legge d’attuazione nell’ordinamento italiano e alle differenze dell’istituto con l’estradizione, tratta delle violazioni sul piano dei diritti fondamentali che ha comportato l’introduzione del MAE. In particolare, il lavoro si concentra sul ridimensionamento del principio di doppia incriminazione, sull’inosservanza del principio di tassatività della legge penale, violazione dimostrata anche attraverso l’ausilio dell’analisi comparata di alcune fattispecie di reato così come disciplinate in alcuni Paesi europei, sul superamento del divieto di estradizione per un reato politico, nonché sulla scarna disciplina dettata dal legislatore nella decisione quadro introduttiva del MAE in tema di “giusto processo”. L’Autore, inoltre, procede ad un’attenta analisi della giurisprudenza della Corte di Giustizia europea, delle Corti Costituzionali degli Stati membri dell’UE, nonché della Corte di Cassazione italiana, analisi condotta con una costante attenzione alla giurisprudenza in tema di rispetto dei diritti fondamentali. Per la risoluzione di tali problemi sul piano delle violazioni ai diritti e garanzie fondamentali causate dalla disciplina del MAE, sono state proposte due soluzioni alternative in una prospettiva de iure condendo: la prima, in un’ottica maggiormente aderente all’attuale momento storico e politico dell’Unione europea, è volta ad una modifica della decisione quadro; la seconda auspica, in un prossimo futuro, alla creazione di un diritto penale e processuale europeo.

Mandato d'arresto europeo e rispetto dei diritti fond

TELARO, VINCENZO
2015

Abstract

La monografia è frutto di un’opera di rielaborazione della tesi di Laurea Magistrale in Giurisprudenza dell’Autore. L’Autore, dopo la disamina dell’origine storica e della disciplina giuridica del mandato d’arresto europeo (c.d. MAE), introdotto dalla decisione quadro 2002/584/GAI, con particolare riferimento alla legge d’attuazione nell’ordinamento italiano e alle differenze dell’istituto con l’estradizione, tratta delle violazioni sul piano dei diritti fondamentali che ha comportato l’introduzione del MAE. In particolare, il lavoro si concentra sul ridimensionamento del principio di doppia incriminazione, sull’inosservanza del principio di tassatività della legge penale, violazione dimostrata anche attraverso l’ausilio dell’analisi comparata di alcune fattispecie di reato così come disciplinate in alcuni Paesi europei, sul superamento del divieto di estradizione per un reato politico, nonché sulla scarna disciplina dettata dal legislatore nella decisione quadro introduttiva del MAE in tema di “giusto processo”. L’Autore, inoltre, procede ad un’attenta analisi della giurisprudenza della Corte di Giustizia europea, delle Corti Costituzionali degli Stati membri dell’UE, nonché della Corte di Cassazione italiana, analisi condotta con una costante attenzione alla giurisprudenza in tema di rispetto dei diritti fondamentali. Per la risoluzione di tali problemi sul piano delle violazioni ai diritti e garanzie fondamentali causate dalla disciplina del MAE, sono state proposte due soluzioni alternative in una prospettiva de iure condendo: la prima, in un’ottica maggiormente aderente all’attuale momento storico e politico dell’Unione europea, è volta ad una modifica della decisione quadro; la seconda auspica, in un prossimo futuro, alla creazione di un diritto penale e processuale europeo.
978-88-95693-56-9
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11387/117319
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact