Assenza dell’imputato e dubbia sintomaticità dell’elezione di domicilio presso il difensore d’ufficio: una lettura costituzionalmente orientata