Il presente lavoro affronta i temi relativi al rischio cui sono esposti gli operatori sanitari nell’esercizio della professione in ambiente ospedaliero e in particolare nelle aree di emergenza/urgenza e di pronto soccorso che rappresentano le aree maggiormente sensibili di aggressione e violenza da parte di pazienti e familiari, e su cui non sempre i vertici strategici pongono l’attenzione necessaria col rischio di determinare condizioni di fragilità organizzativa esiziali per la tenuta del sistema. Sul piano metodologico, l’analisi si configura nelle forme di una rassegna critica delle evidenze scientifiche e della letteratura, nazionale e internazio-nale. A partire da alcuni criteri di ricerca legati al problema in questione, si è proceduto alla ricostruzione del fenomeno, della sua gravità e della sua per-cezione da parte degli operatori al fine di esplorarne peculiarità e complessità. Ciò ha consentito di ampliare la discussione entro ambiti più specificamente sociologici, passando anche attraverso il fenomeno della “medicina difensiva” e il ruolo dell’informazione nei processi di stigmatizzazione della sanità, e di giungere alla identificazione dei possibili “meccanismi generativi” capaci di riportare entro una visione d’insieme cause ed effetti alla ricerca di una spiegazione plausibile del fenomeno.

Rischi di front line nelle professioni della salute. Un’analisi ragionata

GUARINO, CARMELO
2016

Abstract

Il presente lavoro affronta i temi relativi al rischio cui sono esposti gli operatori sanitari nell’esercizio della professione in ambiente ospedaliero e in particolare nelle aree di emergenza/urgenza e di pronto soccorso che rappresentano le aree maggiormente sensibili di aggressione e violenza da parte di pazienti e familiari, e su cui non sempre i vertici strategici pongono l’attenzione necessaria col rischio di determinare condizioni di fragilità organizzativa esiziali per la tenuta del sistema. Sul piano metodologico, l’analisi si configura nelle forme di una rassegna critica delle evidenze scientifiche e della letteratura, nazionale e internazio-nale. A partire da alcuni criteri di ricerca legati al problema in questione, si è proceduto alla ricostruzione del fenomeno, della sua gravità e della sua per-cezione da parte degli operatori al fine di esplorarne peculiarità e complessità. Ciò ha consentito di ampliare la discussione entro ambiti più specificamente sociologici, passando anche attraverso il fenomeno della “medicina difensiva” e il ruolo dell’informazione nei processi di stigmatizzazione della sanità, e di giungere alla identificazione dei possibili “meccanismi generativi” capaci di riportare entro una visione d’insieme cause ed effetti alla ricerca di una spiegazione plausibile del fenomeno.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11387/119234
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact