L'autore analizza la decostruzione che effettua Dante Alighieri nel terzo libro del Monarchia sulla figura storica dell'apostolo Pietro stabilendo come il presunto fondatore della sede romana non fosse affatto adatto alla leadership di una chiesa universale, con la conseguente conclusione che sarebbero stati ancor meno adatti i suoi successori

Dante’s Comic Reappraisal of Petrine Primacy

LOKAJ, RODNEY JOHN
2011

Abstract

L'autore analizza la decostruzione che effettua Dante Alighieri nel terzo libro del Monarchia sulla figura storica dell'apostolo Pietro stabilendo come il presunto fondatore della sede romana non fosse affatto adatto alla leadership di una chiesa universale, con la conseguente conclusione che sarebbero stati ancor meno adatti i suoi successori
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11387/120135
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact