Il Senato che (non) è stato, è e sarà: un deciso miglioramento