There is a clear, though hidden, link between migration and sex work. Migrant women are often trapped in a vast range of transactional sex (of which sex work is only a part), due to global gender asymmetries and EU admission policies. Yet, migrant sex work also involves young men, unaccompanied minors, and queer people, in a complex apparatus formed by transformations of globalized capitalistic economy, our (post)colonial cultural heritage, and male clients’ gender identity. This reality asks for a theoretical analysis as well as a political-educational engagement in building our future multicultural society.

Esiste un chiaro (ma non sufficientemente indagato) legame tra migrazioni e prostituzioni. Per le donne migranti la prostituzione è solo una parte di un più vasto ventaglio di occasioni di sesso transazionale a cui spesso sono costrette dalla rigida legislazione europea sull’immigrazione e dalle asimmetrie di genere globali. Tra i migranti, la prostituzione coinvolge però anche giovani uomini, minori non accompagnati e persone LGBT, in un dispositivo complesso prodotto dalle trasformazioni del capitalismo, dall’eredità culturale del colonialismo e dall’identità di genere maschile dei clienti. Tale vasta realtà chiama la pedagogia a prendere la parola sui modelli di società multiculturale che si stanno oggi strutturando.

Bodies for sale. Migration and sex work

BURGIO, GIUSEPPE
2017-01-01

Abstract

Esiste un chiaro (ma non sufficientemente indagato) legame tra migrazioni e prostituzioni. Per le donne migranti la prostituzione è solo una parte di un più vasto ventaglio di occasioni di sesso transazionale a cui spesso sono costrette dalla rigida legislazione europea sull’immigrazione e dalle asimmetrie di genere globali. Tra i migranti, la prostituzione coinvolge però anche giovani uomini, minori non accompagnati e persone LGBT, in un dispositivo complesso prodotto dalle trasformazioni del capitalismo, dall’eredità culturale del colonialismo e dall’identità di genere maschile dei clienti. Tale vasta realtà chiama la pedagogia a prendere la parola sui modelli di società multiculturale che si stanno oggi strutturando.
There is a clear, though hidden, link between migration and sex work. Migrant women are often trapped in a vast range of transactional sex (of which sex work is only a part), due to global gender asymmetries and EU admission policies. Yet, migrant sex work also involves young men, unaccompanied minors, and queer people, in a complex apparatus formed by transformations of globalized capitalistic economy, our (post)colonial cultural heritage, and male clients’ gender identity. This reality asks for a theoretical analysis as well as a political-educational engagement in building our future multicultural society.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11387/124561
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact