Lo scritto evidenzia alcune delle principali azioni del progetto diventano, considerate tappe obbligate di una narrazione continua nel corpo astratto dell'architettura entro cui si svolge la storia. Prima tappa: pensare, scandagliando il pensiero di quattro maestri della immediata contemporaneità: Aldo Rossi, Peter Eisenman, Franco Purini e Rem Koolhaas. Poi vengono le azioni – abitare, rappresentare, mostrare - connaturate allo spazio dell'architettura; quelle, cioè, che senza mezzi termini, costituendone corollario imprescindibile, inducono anche alle interpretazioni poetiche. Infine, nella seconda parte del volume, alcuni binomi che indicano il confronto costruttivo fra realtà e immaginazione, fino alla via surreale – ma fino a un certo punto – della cancellazione. Ogni capitolo, pur contribuendo a formare un insieme unitario, potrà essere letto senza necessariamente entrare in successione con gli altri, seguendo un modo non lineare, come nei rizomi di Gilles Deleuze e Felix Guattari. Risultato finale, una possibile mappa dell'architettura.

Dal Progetto all'Architettura

ODDO MAURIZIO
2017-01-01

Abstract

Lo scritto evidenzia alcune delle principali azioni del progetto diventano, considerate tappe obbligate di una narrazione continua nel corpo astratto dell'architettura entro cui si svolge la storia. Prima tappa: pensare, scandagliando il pensiero di quattro maestri della immediata contemporaneità: Aldo Rossi, Peter Eisenman, Franco Purini e Rem Koolhaas. Poi vengono le azioni – abitare, rappresentare, mostrare - connaturate allo spazio dell'architettura; quelle, cioè, che senza mezzi termini, costituendone corollario imprescindibile, inducono anche alle interpretazioni poetiche. Infine, nella seconda parte del volume, alcuni binomi che indicano il confronto costruttivo fra realtà e immaginazione, fino alla via surreale – ma fino a un certo punto – della cancellazione. Ogni capitolo, pur contribuendo a formare un insieme unitario, potrà essere letto senza necessariamente entrare in successione con gli altri, seguendo un modo non lineare, come nei rizomi di Gilles Deleuze e Felix Guattari. Risultato finale, una possibile mappa dell'architettura.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11387/127093
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact