Lo scritto evidenzia alcune delle principali azioni del progetto diventano, considerate tappe obbligate di una narrazione continua nel corpo astratto dell'architettura entro cui si svolge la storia. Prima tappa: pensare, scandagliando il pensiero di quattro maestri della immediata contemporaneità: Aldo Rossi, Peter Eisenman, Franco Purini e Rem Koolhaas. Poi vengono le azioni – abitare, rappresentare, mostrare - connaturate allo spazio dell'architettura; quelle, cioè, che senza mezzi termini, costituendone corollario imprescindibile, inducono anche alle interpretazioni poetiche. Infine, nella seconda parte del volume, alcuni binomi che indicano il confronto costruttivo fra realtà e immaginazione, fino alla via surreale – ma fino a un certo punto – della cancellazione. Ogni capitolo, pur contribuendo a formare un insieme unitario, potrà essere letto senza necessariamente entrare in successione con gli altri, seguendo un modo non lineare, come nei rizomi di Gilles Deleuze e Felix Guattari. Risultato finale, una possibile mappa dell'architettura.

Dal Progetto all'Architettura

ODDO MAURIZIO
2017

Abstract

Lo scritto evidenzia alcune delle principali azioni del progetto diventano, considerate tappe obbligate di una narrazione continua nel corpo astratto dell'architettura entro cui si svolge la storia. Prima tappa: pensare, scandagliando il pensiero di quattro maestri della immediata contemporaneità: Aldo Rossi, Peter Eisenman, Franco Purini e Rem Koolhaas. Poi vengono le azioni – abitare, rappresentare, mostrare - connaturate allo spazio dell'architettura; quelle, cioè, che senza mezzi termini, costituendone corollario imprescindibile, inducono anche alle interpretazioni poetiche. Infine, nella seconda parte del volume, alcuni binomi che indicano il confronto costruttivo fra realtà e immaginazione, fino alla via surreale – ma fino a un certo punto – della cancellazione. Ogni capitolo, pur contribuendo a formare un insieme unitario, potrà essere letto senza necessariamente entrare in successione con gli altri, seguendo un modo non lineare, come nei rizomi di Gilles Deleuze e Felix Guattari. Risultato finale, una possibile mappa dell'architettura.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11387/127093
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact