Il libro Pubblicato nel 1923, Un fiore che non fiorì può essere considerato il capolavoro di Maria Messina. Il romanzo narra le vicende di Franca Gaudelli, la quale, con la migliore amica Fanny, la ragazza frequenta feste mondane, gioca a tennis e si intrattiene con i ragazzi. A causa del lavoro del padre, Franca lascia la sua amata Firenze per trasferirsi in un paesino siciliano. Qui incontra un vecchio amico, Stefano. Quest’ultimo, che in passato aveva soggiornato in Toscana, aveva già avuto modo di intrattenere un’avventura con Franca. Ma le antiche abitudini della ragazza non sono ben viste in Sicilia e non sono compatibili con la morale del luogo né con quella della famiglia di Stefano. Soggiogato, il ragazzo, che pure dentro di sé la ama, decide di escluderla dalla sua vita, perché non vuole impegnarsi seriamente con una giovane troppo libera e indipendente. Franca decide quindi di cancellare la sua modernità dando alle fiamme le lettere e le foto testimoni del suo passato, e prova a recuperare un modello tradizionale di donna. Il destino della Gaudelli non è differente da quello delle altre protagoniste messiniane: ogni suo tentativo di porre rimedio alla sua esistenza è vanificato. Franca non può esimersi dall’analizzare la sua vita, le sue scelte. I suoi interrogativi coincidono con quelli della scrittrice: può una donna essere moderna senza dover rinunciare all’amore, al matrimonio, alla maternità?

Un fiore che non fiorì

Ferlita Salvatore
2017

Abstract

Il libro Pubblicato nel 1923, Un fiore che non fiorì può essere considerato il capolavoro di Maria Messina. Il romanzo narra le vicende di Franca Gaudelli, la quale, con la migliore amica Fanny, la ragazza frequenta feste mondane, gioca a tennis e si intrattiene con i ragazzi. A causa del lavoro del padre, Franca lascia la sua amata Firenze per trasferirsi in un paesino siciliano. Qui incontra un vecchio amico, Stefano. Quest’ultimo, che in passato aveva soggiornato in Toscana, aveva già avuto modo di intrattenere un’avventura con Franca. Ma le antiche abitudini della ragazza non sono ben viste in Sicilia e non sono compatibili con la morale del luogo né con quella della famiglia di Stefano. Soggiogato, il ragazzo, che pure dentro di sé la ama, decide di escluderla dalla sua vita, perché non vuole impegnarsi seriamente con una giovane troppo libera e indipendente. Franca decide quindi di cancellare la sua modernità dando alle fiamme le lettere e le foto testimoni del suo passato, e prova a recuperare un modello tradizionale di donna. Il destino della Gaudelli non è differente da quello delle altre protagoniste messiniane: ogni suo tentativo di porre rimedio alla sua esistenza è vanificato. Franca non può esimersi dall’analizzare la sua vita, le sue scelte. I suoi interrogativi coincidono con quelli della scrittrice: può una donna essere moderna senza dover rinunciare all’amore, al matrimonio, alla maternità?
9788864023083
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11387/128559
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact