Il concetto di dipendenza da Internet ha ricevuto una vasta attenzione nella letteratura scientifica sin da quando è stato proposto per la prima volta da Goldberg nel 1996. Esso è infatti sopravvissuto fino ai nostri giorni, nonostante nel 2013 l’American Psychiatric Association abbia deciso di escludere questa potenziale diagnosi dal Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali dopo averne analizzato i dati empirici a supporto, e abbia invece inserito la specifica categoria del disturbo da gioco su Internet all’interno della sezione III del Manuale, dedicata alle condizioni che necessitano di ulteriori studi.

Psicopatologia e uso problematico di internet. Commento a «Internet Addiction Disorder o Internet Related Psychopa­thology?», di Musetti et al.

Schimmenti, A.
2017

Abstract

Il concetto di dipendenza da Internet ha ricevuto una vasta attenzione nella letteratura scientifica sin da quando è stato proposto per la prima volta da Goldberg nel 1996. Esso è infatti sopravvissuto fino ai nostri giorni, nonostante nel 2013 l’American Psychiatric Association abbia deciso di escludere questa potenziale diagnosi dal Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali dopo averne analizzato i dati empirici a supporto, e abbia invece inserito la specifica categoria del disturbo da gioco su Internet all’interno della sezione III del Manuale, dedicata alle condizioni che necessitano di ulteriori studi.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11387/129058
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 1
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact