Le distanze nella città diffusa sono una matrice che in parte si è sviluppata attraverso i processi di autocostruzione descritti da Francesco Indovina, e in parte è stata sostenuta dallo sviluppo sfrenato delle infrastrutture. Ciò che ne è scaturito è un sistema insediativo informe che racconta come lo spazio agricolo confinante con la periferia delle nostre città si sta modificando senza, tuttavia, produrre ancora le relazioni che gli potrebbero conferire una nuova identità, una maggiore qualità urbana e servizi tali da renderla più resiliente. Cosicché, in questo scritto, il richiamo al tema delle distanze è finalizzato a riflettere sull’ipotesi progettuale di un telaio infrastrutturale relazionale, che integrando un nuovo modello di agricoltura multifunzionale con la trasformazione del modello attuale di mobilità, dialoga e fa emergere le trame e gli strati dei luoghi che attraversa e misura.

Distanze e relazioni nel territorio della città diffusa

Marzullo Calogero
2018

Abstract

Le distanze nella città diffusa sono una matrice che in parte si è sviluppata attraverso i processi di autocostruzione descritti da Francesco Indovina, e in parte è stata sostenuta dallo sviluppo sfrenato delle infrastrutture. Ciò che ne è scaturito è un sistema insediativo informe che racconta come lo spazio agricolo confinante con la periferia delle nostre città si sta modificando senza, tuttavia, produrre ancora le relazioni che gli potrebbero conferire una nuova identità, una maggiore qualità urbana e servizi tali da renderla più resiliente. Cosicché, in questo scritto, il richiamo al tema delle distanze è finalizzato a riflettere sull’ipotesi progettuale di un telaio infrastrutturale relazionale, che integrando un nuovo modello di agricoltura multifunzionale con la trasformazione del modello attuale di mobilità, dialoga e fa emergere le trame e gli strati dei luoghi che attraversa e misura.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11387/132579
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact