Il tema del quotidiano – alternativo e complementare all’eccezionale e allo straordinario – da tempo ormai ha conquistato sempre più spazi nel dibattito contemporaneo. L’architettura non è da meno; da qualche tempo, infatti, comincia a costituirsi un’interessante letteratura che concentra la propria attenzione sulle questioni che attengono alla vita quotidiana e agli elementi ordinari dello spazio nel quale viviamo; in definitiva, torna alla ribalta e riprende con vigore la scena la vita quotidiana e tutti quegli aspetti ordinari, finanche banali, che costituiscono una parte fondamentale del paesaggio costruito e che, dunque, per definizione, sono elementi che entrano di diritto a far parte di ciò che chiamiamo architettura.

Banale, qualunque, ordinario. Indagini per la definizione dell'architettura del quotidiano.

Gianluca Burgio
2018

Abstract

Il tema del quotidiano – alternativo e complementare all’eccezionale e allo straordinario – da tempo ormai ha conquistato sempre più spazi nel dibattito contemporaneo. L’architettura non è da meno; da qualche tempo, infatti, comincia a costituirsi un’interessante letteratura che concentra la propria attenzione sulle questioni che attengono alla vita quotidiana e agli elementi ordinari dello spazio nel quale viviamo; in definitiva, torna alla ribalta e riprende con vigore la scena la vita quotidiana e tutti quegli aspetti ordinari, finanche banali, che costituiscono una parte fondamentale del paesaggio costruito e che, dunque, per definizione, sono elementi che entrano di diritto a far parte di ciò che chiamiamo architettura.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11387/132960
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact