Dal modo di affrontare e di ragionare sul progetto delle aree archeologiche in ambito urbano, stanno scaturendo delle esperienze e degli strumenti particolarmente adatti a precisare lo spazio pubblico contemporaneo. Sollecitati dal desiderio di approfondire queste tematiche ci siamo rivolti a Pasquale Miano - Professore Ordinario di Progettazione Architettonica - con il quale abbiamo discusso sull’attualità che possiamo ancora riconoscere al problema dell’archeologia nel confronto con il paesaggio e con lo spazio urbano contemporaneo. Pasquale Miano, è autore del progetto di riqualificazione dei margini compresi dalle aree archeologiche delle sette Basiliche di Cimitile (Na), e quanto segue rappresenta, dunque, la trascrizione di ciò che abbiamo discusso nel suo studio, presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”.

Costruire lo spessore

Marzullo Calogero
2018

Abstract

Dal modo di affrontare e di ragionare sul progetto delle aree archeologiche in ambito urbano, stanno scaturendo delle esperienze e degli strumenti particolarmente adatti a precisare lo spazio pubblico contemporaneo. Sollecitati dal desiderio di approfondire queste tematiche ci siamo rivolti a Pasquale Miano - Professore Ordinario di Progettazione Architettonica - con il quale abbiamo discusso sull’attualità che possiamo ancora riconoscere al problema dell’archeologia nel confronto con il paesaggio e con lo spazio urbano contemporaneo. Pasquale Miano, è autore del progetto di riqualificazione dei margini compresi dalle aree archeologiche delle sette Basiliche di Cimitile (Na), e quanto segue rappresenta, dunque, la trascrizione di ciò che abbiamo discusso nel suo studio, presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11387/133159
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact