Vulnerabilità, giudizio di costituzionalità e sentimentalismo