Non è invocabile l’applicazione della causa di non punibilità prevista dall’art. 6, comma 3, del D.Lgs. n. 472/1997 nel caso in cui i tributi dovuti dal contribuente non siano stati versati dal terzo, amministratore fiduciario, non iscritto ad alcun albo professionale. In quest’ultima eventualità, infatti, deve darsi applicazione a quanto disposto dall’art. 1, comma 1, della Legge n. 423/1995, il quale richiede, ai fini della configurabilità della causa di non punibilità di cui sopra, che il soggetto terzo sia una figura professionale (tra quelle elencate all’interno della norma) iscritta ad un Albo.

Responsabilità del contribuente per l’inadempimento imputabile al terzo “presunto professionista

ANDREA PURPURA
2019

Abstract

Non è invocabile l’applicazione della causa di non punibilità prevista dall’art. 6, comma 3, del D.Lgs. n. 472/1997 nel caso in cui i tributi dovuti dal contribuente non siano stati versati dal terzo, amministratore fiduciario, non iscritto ad alcun albo professionale. In quest’ultima eventualità, infatti, deve darsi applicazione a quanto disposto dall’art. 1, comma 1, della Legge n. 423/1995, il quale richiede, ai fini della configurabilità della causa di non punibilità di cui sopra, che il soggetto terzo sia una figura professionale (tra quelle elencate all’interno della norma) iscritta ad un Albo.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11387/135251
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact