La Circolare n. 16/E dell'Agenzia delle Entrate ha contribuito a chiarire le modifiche apportate dal D.Lgs. n. 158 del 24 settembre 2015 che rinnova il sistema delle sanzioni relativamente alle violazioni ed irregolarità scaturenti dall’applicazione dell’IVA attraverso il meccanismo di inversione contabile di cui all’art. 17 del D.P.R. n. 633 del 26 ottobre 1972. Il nuovo impianto sanzionatorio, entrato in vigore dal 1° gennaio 2016, è chiaramente orientato a ridurre la distanza tra fisco e contribuente attraverso l’implementazione del principio di proporzionalità tra la sanzione irrogata e la specifica irregolarità.

Il nuovo impianto sanzionatorio in tema di Operazioni soggette a Reverse Charge,

ANDREA PURPURA
2017

Abstract

La Circolare n. 16/E dell'Agenzia delle Entrate ha contribuito a chiarire le modifiche apportate dal D.Lgs. n. 158 del 24 settembre 2015 che rinnova il sistema delle sanzioni relativamente alle violazioni ed irregolarità scaturenti dall’applicazione dell’IVA attraverso il meccanismo di inversione contabile di cui all’art. 17 del D.P.R. n. 633 del 26 ottobre 1972. Il nuovo impianto sanzionatorio, entrato in vigore dal 1° gennaio 2016, è chiaramente orientato a ridurre la distanza tra fisco e contribuente attraverso l’implementazione del principio di proporzionalità tra la sanzione irrogata e la specifica irregolarità.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11387/135256
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact