Uno dei processi fondamentali dell’Acceptance and Commitment Therapy è la fusione cognitiva che consiste nel considerare i propri pensieri come letteralmente e oggettivamente veri. In un contesto di fusione, i pensieri tendono ad assumere un ruolo predominante nella regolazione comportamentale, a discapito di altre fonti di regolazione come le conseguenze dirette del comportamento. L’obiettivo di questo studio è l’adattamento nel contesto italiano del Cognitive Fusion Questionnaire (I-CFQ), un questionario autosomministrato di 7 item. Trecentosettantasette partecipanti, appartenenti a una popolazione non clinica, hanno compilato il CFQ e altri strumenti self-report che indagano la flessibilità psicologica (AAQ-II), le abilità di mindfulness (MAAS) e la presenza e la gravità di sintomi di disagio psichico (SCL-90 e DASS-21). L’I-CFQ mostra una struttura monofattoriale riscontrata sia tramite l’analisi fattoriale esplorativa che attraverso l’analisi fattoriale confermativa. La coerenza interna del I-CFQ è ottima (alfa di Cronbach = 0,82) e si è rilevata un’ottima validità convergente con la flessibilità psicologica (AAQ-II). Inoltre, l’I-CFQ discrimina circa l’85% dei partecipanti con un probabile disagio psichico (GSI > 1) mostrando ottimi livelli di sensibilità e specificità. La brevità dello strumento, la facilità di scoring e le buone proprietà psicometriche rendono l’I-CFQ un ottimo strumento da utilizzarsi nell’ambito delle scienze contestuali del comportamento.

Fusion and defusion. Adaptation and psychometric properties of the Italian version of the Cognitive Fusion Questionnaire (I-CFQ),Fusione e Defusione. Adattamento e propriet`a psicometriche della versione italiana del Cognitive Fusion Questionnaire (I-CFQ)

Presti, G.;Moderato, P.
2019

Abstract

Uno dei processi fondamentali dell’Acceptance and Commitment Therapy è la fusione cognitiva che consiste nel considerare i propri pensieri come letteralmente e oggettivamente veri. In un contesto di fusione, i pensieri tendono ad assumere un ruolo predominante nella regolazione comportamentale, a discapito di altre fonti di regolazione come le conseguenze dirette del comportamento. L’obiettivo di questo studio è l’adattamento nel contesto italiano del Cognitive Fusion Questionnaire (I-CFQ), un questionario autosomministrato di 7 item. Trecentosettantasette partecipanti, appartenenti a una popolazione non clinica, hanno compilato il CFQ e altri strumenti self-report che indagano la flessibilità psicologica (AAQ-II), le abilità di mindfulness (MAAS) e la presenza e la gravità di sintomi di disagio psichico (SCL-90 e DASS-21). L’I-CFQ mostra una struttura monofattoriale riscontrata sia tramite l’analisi fattoriale esplorativa che attraverso l’analisi fattoriale confermativa. La coerenza interna del I-CFQ è ottima (alfa di Cronbach = 0,82) e si è rilevata un’ottima validità convergente con la flessibilità psicologica (AAQ-II). Inoltre, l’I-CFQ discrimina circa l’85% dei partecipanti con un probabile disagio psichico (GSI > 1) mostrando ottimi livelli di sensibilità e specificità. La brevità dello strumento, la facilità di scoring e le buone proprietà psicometriche rendono l’I-CFQ un ottimo strumento da utilizzarsi nell’ambito delle scienze contestuali del comportamento.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11387/137508
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 3
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact