Valutazione come “conflitto tra priorità concorrenti”: il caso della Vucciria di Palermo