«Avere un poco di misericordia». Per una letteratura della compassione della comprensione