Partendo dall’analisi teorico-clinica della dissociazione patologica implicata nelle addiction, l’autore propone una rilettura dei sintomi additivi (la compulsione ad assumere un qualsiasi oggetto-droga) alla luce della distinzione fra inconscio rimosso e inconscio non rimosso. L’ipotesi è che, in coloro che soffrono di una qualsiasi addiction (dal sesso, da internet, da sostanze psicotrope, dal cibo ecc.), la natura dissociativa dei loro comportamenti compulsivi sia associata ad un’alterazione dell’inconscio non rimosso a causa di esperienze relazionali traumatiche vissute sin dall’infanzia.

Addiction, dissociazione e inconscio non rimosso. Un contributo teorico secondo la prospettiva evolutivorelazionale (Addiction, dissociation and the unrepressed unconscious. a theoretical contribution from a developmental-relational perspective)

CRAPARO, GIUSEPPE
2013

Abstract

Partendo dall’analisi teorico-clinica della dissociazione patologica implicata nelle addiction, l’autore propone una rilettura dei sintomi additivi (la compulsione ad assumere un qualsiasi oggetto-droga) alla luce della distinzione fra inconscio rimosso e inconscio non rimosso. L’ipotesi è che, in coloro che soffrono di una qualsiasi addiction (dal sesso, da internet, da sostanze psicotrope, dal cibo ecc.), la natura dissociativa dei loro comportamenti compulsivi sia associata ad un’alterazione dell’inconscio non rimosso a causa di esperienze relazionali traumatiche vissute sin dall’infanzia.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11387/28325
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact