Il contributo esamina, sinteticamente, il modello del lobbying statunitense sotto un duplice profilo: normativo, dal suo fondamento costituzionale ai successivi interventi di regolamentazione legislativa; giurisprudenziale, seguendo l'evoluzione degli orientamenti della Supreme Court nelle definizione delle modalità di esercizio dei c.d. "contact" e "pressure" sulle istituzioni repubblicane. Ciò al fine di descrivere, asetticamente e giuridicamente, le caratteristiche di un fenomeno co-essenziale al principio di rappresentanza polirtica e democratica nell'esperienza USA.

Il fenomeno del lobbismo negli Stati Uniti d’America: brevi considerazioni sugli strumenti di influenza delle lobbies e sulla evoluzione della relativa regolamentazione legislativa, fino alla sentenza “Citizens United v. FEC

DI MARIA, Roberto
2013

Abstract

Il contributo esamina, sinteticamente, il modello del lobbying statunitense sotto un duplice profilo: normativo, dal suo fondamento costituzionale ai successivi interventi di regolamentazione legislativa; giurisprudenziale, seguendo l'evoluzione degli orientamenti della Supreme Court nelle definizione delle modalità di esercizio dei c.d. "contact" e "pressure" sulle istituzioni repubblicane. Ciò al fine di descrivere, asetticamente e giuridicamente, le caratteristiche di un fenomeno co-essenziale al principio di rappresentanza polirtica e democratica nell'esperienza USA.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11387/48926
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact