L'A. si occupa in modo critico dell'esame dei canoni interpretativi elaborati dalla giurisprudenza (criterio oggettivo e criterio soggettivo) con riguardo all''assunzione a termine per specifici spettacoli o programmi radiofonici o televisivi, mettendone in evidenza la ratio della modifica intervenuta con la legge n. 266 del 1977 e le ricadute applicative.

La legittima apposizione del termine per la produzione di spettacoli e programmi radiotelevisivi nel vigore della legge n. 230 del 1962

GABRIELE, ALESSIA
2010

Abstract

L'A. si occupa in modo critico dell'esame dei canoni interpretativi elaborati dalla giurisprudenza (criterio oggettivo e criterio soggettivo) con riguardo all''assunzione a termine per specifici spettacoli o programmi radiofonici o televisivi, mettendone in evidenza la ratio della modifica intervenuta con la legge n. 266 del 1977 e le ricadute applicative.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11387/6732
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact