Schmitt o Leopardi: quale politica nell'età della deterritorializzazione