L‟universo dello sport è attualmente caratterizzato da un‟ampia varietà di pratiche- motorie, altamente differenziate e specializzate, che denotano l‟evolvere di motivazioni individuali sempre più complesse nella scelta della tipologia di sport da praticare. Vanno di moda oggi quelle varietà di sport tendenti alla sfida con sé stessi, in termini di misurazione della propria capacità di resistenza in condizioni ostili (prove nel deserto o sulle vette sempre più alte o nelle foreste senza alcun supporto), o più attenti alla messa in pratica di una buona performance, inclini benessere derivante da una full immersion nella natura o ancora dal raggiungimento, per motivi estetici, di un modello di perfezione fisica che trascende gli schemi finora conosciuti.Un‟altra tendenza che riscuote molto successo ed è sempre di moda è la riscoperta delle arti marziali da parte di tantissimi individui, da sempre inclini all‟attività fisica, che le rivisitano calandole in una nuova dimensione ludica e di divertimento ma anche per raggiungere quell‟equilibrio tra mente corpo e spirito molto utile in una società altamente differenziata, accelerata e complessa come quella contemporanea. Se le arti marziali da sempre rappresentano le tecniche della guerra per il popolo giapponese oggi vengono rivisitate e fruite in una versione nuova considerate delle discipline molto vicini allo sport. Il rapporto tra lo sport e le arti marziali oggi infatti è possibile da immaginare. E‟ interessante individuare i punti di contatto e quelli di distacco tra il nuovo modo di interpretare le arti marziali e l‟uso che se ne fa oggi e il loro inserimento nel contesto della società contemporanea. La riscoperta e la rivisitazione delle arti marziali impone un uso particolare del corpo che assume nella società della globalizzazione una valenza culturale e simbolica. L‟addestramento corporeo e le manipolazioni sul corpo consentono di realizzare sogni e progetti identitari e di libertà che si traducono in attività motorie o esercizi fisici che conferiscono forma all‟ideale corporeo immaginato dall‟individuo. Il corpo diventa il luogo privilegiato della trasformazione fisica che spesso va oltre i limiti del tempo, dello spazio e della cultura seguendo il modello narcisistico o del wellness o quello della competitività agonistica e della performance da raggiungere a tutti i costi.

PLURALISMO SPORTIVO E RISCOPERTA DELLE ARTI MARZIALI

TALLARITA, LOREDANA
2008

Abstract

L‟universo dello sport è attualmente caratterizzato da un‟ampia varietà di pratiche- motorie, altamente differenziate e specializzate, che denotano l‟evolvere di motivazioni individuali sempre più complesse nella scelta della tipologia di sport da praticare. Vanno di moda oggi quelle varietà di sport tendenti alla sfida con sé stessi, in termini di misurazione della propria capacità di resistenza in condizioni ostili (prove nel deserto o sulle vette sempre più alte o nelle foreste senza alcun supporto), o più attenti alla messa in pratica di una buona performance, inclini benessere derivante da una full immersion nella natura o ancora dal raggiungimento, per motivi estetici, di un modello di perfezione fisica che trascende gli schemi finora conosciuti.Un‟altra tendenza che riscuote molto successo ed è sempre di moda è la riscoperta delle arti marziali da parte di tantissimi individui, da sempre inclini all‟attività fisica, che le rivisitano calandole in una nuova dimensione ludica e di divertimento ma anche per raggiungere quell‟equilibrio tra mente corpo e spirito molto utile in una società altamente differenziata, accelerata e complessa come quella contemporanea. Se le arti marziali da sempre rappresentano le tecniche della guerra per il popolo giapponese oggi vengono rivisitate e fruite in una versione nuova considerate delle discipline molto vicini allo sport. Il rapporto tra lo sport e le arti marziali oggi infatti è possibile da immaginare. E‟ interessante individuare i punti di contatto e quelli di distacco tra il nuovo modo di interpretare le arti marziali e l‟uso che se ne fa oggi e il loro inserimento nel contesto della società contemporanea. La riscoperta e la rivisitazione delle arti marziali impone un uso particolare del corpo che assume nella società della globalizzazione una valenza culturale e simbolica. L‟addestramento corporeo e le manipolazioni sul corpo consentono di realizzare sogni e progetti identitari e di libertà che si traducono in attività motorie o esercizi fisici che conferiscono forma all‟ideale corporeo immaginato dall‟individuo. Il corpo diventa il luogo privilegiato della trasformazione fisica che spesso va oltre i limiti del tempo, dello spazio e della cultura seguendo il modello narcisistico o del wellness o quello della competitività agonistica e della performance da raggiungere a tutti i costi.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11387/7616
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact