Sul limite. Malattia, società e decisioni di fine vita