L’errore in sanità. Un problema ancora attuale?