Esprimere in forma scritta le proprie emozioni positive mentre si ragiona sulle finalità che si intendono perseguire nel proprio percorso di vita, fa bene alla salute. È questa la conclusione cui giunge Laura King esplorando gli effetti della trascrizione della rappresentazione del proprio miglior sé proiettato nel futuro. James Pennebaker, invece, approfondisce gli effetti della scrittura di emozioni negative connesse ad episodi traumatici vissuti nel passato sulla salute. Sulla base dei contributi offerti dagli studiosi citati, nel presente lavoro, si intende confrontare gli effetti che sortisce la trascrizione sia delle paure, sia delle speranze riguardo al futuro su tre competenze fondamentali per quanti intendono autorientarsi: l’autostima, l’autoefficacia e lo stile decisionale. La ricerca in questione è stata realizzata in un Liceo di Enna e ha coinvolto un campione di 60 studenti, di età compresa tra i 17 e i 20 anni. La procedura utilizzata è quella messa a punto da Pennebaker, ma secondo la modalità prospettica sperimentata dalla King, ovvero proponendo di trascrivere le speranze e le paure riguardo al futuro. Gli esiti risultano statisticamente significativi sui livelli dell’autoefficacia e dello stile decisionale, ma non sui livelli dell’autostima, misurati negli studenti che hanno scritto circa le speranze riguardo al loro futuro. Lo stesso effetto non si è manifestato negli studenti che hanno scritto circa le paure riguardo al loro futuro.

Promuovere l’autostima, l’autoefficacia e lo stile decisionale a scuola attraverso la scrittura espressiva

DI VITA, ALESSANDRO
2015

Abstract

Esprimere in forma scritta le proprie emozioni positive mentre si ragiona sulle finalità che si intendono perseguire nel proprio percorso di vita, fa bene alla salute. È questa la conclusione cui giunge Laura King esplorando gli effetti della trascrizione della rappresentazione del proprio miglior sé proiettato nel futuro. James Pennebaker, invece, approfondisce gli effetti della scrittura di emozioni negative connesse ad episodi traumatici vissuti nel passato sulla salute. Sulla base dei contributi offerti dagli studiosi citati, nel presente lavoro, si intende confrontare gli effetti che sortisce la trascrizione sia delle paure, sia delle speranze riguardo al futuro su tre competenze fondamentali per quanti intendono autorientarsi: l’autostima, l’autoefficacia e lo stile decisionale. La ricerca in questione è stata realizzata in un Liceo di Enna e ha coinvolto un campione di 60 studenti, di età compresa tra i 17 e i 20 anni. La procedura utilizzata è quella messa a punto da Pennebaker, ma secondo la modalità prospettica sperimentata dalla King, ovvero proponendo di trascrivere le speranze e le paure riguardo al futuro. Gli esiti risultano statisticamente significativi sui livelli dell’autoefficacia e dello stile decisionale, ma non sui livelli dell’autostima, misurati negli studenti che hanno scritto circa le speranze riguardo al loro futuro. Lo stesso effetto non si è manifestato negli studenti che hanno scritto circa le paure riguardo al loro futuro.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11387/99129
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact