La memoria riferisce sull’analisi sperimentale della formazione di fango granulare in due reattori SBARs (funzionanti in parallelo) soggetti a due differenti strategie di coltivazione e alimentati con refluo reale. Le due differenti strategie hanno riguardato la variazione imposta alla durata dei tempi di sedimentazione durante la fase di avviamento, differenziando una “moderata” ed una “rigida” pressione idraulica basata sulla differente diminuzione dei tempi di sedimentazione selettivi. Più specificatamente, nel reattore in cui si è imposta un selezione idraulica moderata, tramite una diminuzione graduale dei tempi di sedimentazione avvenuta nelle prime quattro settimane dallo start-up, la coltivazione dei granuli è avvenuta in modo più lento. Per contro, la selezione rigida imposta nel secondo reattore, è stata ottenuta riducendo il tempo di sedimentazione iniziale fino al valore finale in una sola settimana; in questo caso il tempo inizialmente fissato all’avviamento era comunque inferiore al tempo iniziale di sedimentazione del reattore soggetto alla selezione idraulica più contenuta (coltivazione moderata). I risultati mostrano che la graduale ma marcata riduzione del tempo di sedimentazione può accelerare la formazione dei granuli. In generale la differente dimensione media dei granuli formatisi sottolinea che la rigida coltivazione, relativa alla fase di granulazione in cui è stata imposta una rigida selezione idraulica, può promuovere la formazione di granuli meno stabili ma aventi caratteristiche di sedimentabilità ed una stratificazione migliori.

Analisi della formazione dei granuli in un impianto pilota SBAR alimentato con reflui civili: il ruolo della variazione dei tempi di sedimentazione durante il periodo di coltivazione

DI BELLA, GAETANO;
2012

Abstract

La memoria riferisce sull’analisi sperimentale della formazione di fango granulare in due reattori SBARs (funzionanti in parallelo) soggetti a due differenti strategie di coltivazione e alimentati con refluo reale. Le due differenti strategie hanno riguardato la variazione imposta alla durata dei tempi di sedimentazione durante la fase di avviamento, differenziando una “moderata” ed una “rigida” pressione idraulica basata sulla differente diminuzione dei tempi di sedimentazione selettivi. Più specificatamente, nel reattore in cui si è imposta un selezione idraulica moderata, tramite una diminuzione graduale dei tempi di sedimentazione avvenuta nelle prime quattro settimane dallo start-up, la coltivazione dei granuli è avvenuta in modo più lento. Per contro, la selezione rigida imposta nel secondo reattore, è stata ottenuta riducendo il tempo di sedimentazione iniziale fino al valore finale in una sola settimana; in questo caso il tempo inizialmente fissato all’avviamento era comunque inferiore al tempo iniziale di sedimentazione del reattore soggetto alla selezione idraulica più contenuta (coltivazione moderata). I risultati mostrano che la graduale ma marcata riduzione del tempo di sedimentazione può accelerare la formazione dei granuli. In generale la differente dimensione media dei granuli formatisi sottolinea che la rigida coltivazione, relativa alla fase di granulazione in cui è stata imposta una rigida selezione idraulica, può promuovere la formazione di granuli meno stabili ma aventi caratteristiche di sedimentabilità ed una stratificazione migliori.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11387/9960
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact